Il Telescopio James Webb ha fotografato il raggio gamma più potente di sempre!

Gli appassionati lo sanno, il telescopio James Webb regala sempre tantissime emozioni. Grazie alla sua tecnologia e precisione impareggiabili, nonché grazie al team di professionisti che lo opera, questo macchinario ci regala sempre uno sguardo nell’universo restituendoci immagini sempre più suggestive e affascinanti.

Questa volta, è il turno di un raggio gamma. Le ultime scoperte del suddetto telescopio si basano sulla scoperta di numerosi indizi inerenti a GRB 221009A, il lampo di raggi gamma più luminoso mai registrato dagli astronomi nella storia.

La nuova ricerca ha confermato (per la prima volta) la presenza di una supernova riconducibile a una fonte estremamente potente, anzi davvero sbalorditivamente energetica, di raggi gamma, rilevando tuttavia una produzione relativamente bassa di nichel radioattivo. Questi risultati mettono in discussione i modelli attualmente accettati nella comunità scientifica per quanto riguarda tali eventi cosmici di grande potenza.

Gli astronomi sperano che le nuove scoperte, rese possibili dal principale osservatorio di scienze spaziali della NASA, porteranno a una migliore comprensione dei processi che avvengono durante queste esplosioni cosmiche più uniche che rare.

Telescopio che scruta lo spazio
Telescopio che scruta lo spazio – Lucas Pezeta – Pexels.com

Nonostante la considerevole distanza, l’energia liberata da GRB 221009A è stata così significativa da influenzare l’atmosfera terrestre, producendo l’effetto più intenso mai registrato da un lampo di raggi gamma noto agli astronomi. Si ritiene che eventi di questa portata siano estremamente rari e si verifichino probabilmente solo una volta ogni 10.000 anni.

Guidato da un team interdisciplinare di credo, orientamento sessuale e etnia differente, formato soprattutto da ricercatori americani e canadesi, il team ha studiato le emissioni della supernova giorno e notte per diverso tempo. Il risultato di tale sforzo ha suggerito che solo una modesta quantità di nichel radioattivo è stata effettivamente rilevata in questi raggi gamma, davvero poca rispetto ad altri eventi simili, che sono noti per produrre quantità di nichel molto più elevate. Generalmente, maggiore è la quantità di nichel prodotta, più influisce sulla luminosità e sulla longevità della supernova.

Insomma, qualcosa di davvero epocale! Nonostante spesso le persone non comprendano le ingenti spese dei governi nella ricerca e nell’esplorazione spaziale, gli scienziati si difendono sempre nella miglior maniera possibile. Grazie a queste suddette ricerche sono state fatte molte delle scoperte che oggi utilizziamo nel quotidiano, e grazie alle prime immagini della terra vista dallo spazio si è iniziata a sviluppare la coscienza ambientalistica prima del tutto assente nell’essere umano.

Lascia un commento