Cosa mangiare e cosa bere col mal di stomaco

Il mal di stomaco può manifestarsi con vari sintomi, tra cui gonfiore, bruciore, nausea o crampi. Molto spesso, la causa è legata all’alimentazione, pertanto è estremamente importante saper riconoscere quali cibi e bevande possono contribuire al suo alleviamento o aggravamento.

Negli episodi acuti, è consigliabile limitare l’assunzione di cibo, privilegiando invece l’idratazione. Acqua a temperatura ambiente, tisane o brodi possono mantenere l’organismo idratato senza irritare ulteriormente lo stomaco. Tra le tisane, quelle a base di camomilla e menta sono soluzioni naturali che aiutano a calmare lo stomaco, mentre il tè di zenzero può aiutare a combattere la nausea.

Tra i cibi, la regola generale è quella di preferire alimenti facilmente digeribili e poco conditi. Ad esempio, il riso in bianco, i cracker e il pane tostato possono evitare l’irritazione dello stomaco, poiché contengono pochi grassi e spezie. Allo stesso modo, la frutta cotta (come le mele o le pere) può essere benefica grazie alla presenza di fibre solubili.

È importante includere nella dieta fonti di proteine magre come pollo o tacchino, pesce ai ferri o al forno, uova. Questi alimenti forniscono l’energia necessaria all’organismo senza appesantire lo stomaco. L’aggiunta di condimenti leggeri come un filo d’olio d’oliva extra vergine crudo può aumentare il benessere gastrointestinale.

I fermenti lattici, anche sotto forma di yogurt, sono ottimi alleati per la salute dello stomaco. Possono ridurre il gonfiore e favorire la corretta funzionalità intestinale.

Così come ci sono cibi e bevande consigliati, ce ne sono anche da evitare. In generale, gli alimenti da escludere sono quelli grassi, speziati, fritti, ricchi di sale o zuccheri. Essi possono infatti aggravare i disturbi, causando bruciori di stomaco o ulteriori gonfiori. Stesso discorso vale per le bevande gassate, caffè, alcolici e – in alcuni casi – latte e latticini, acidi e potenzialmente irritanti.

Ognuno di noi può reagire in modo diverso agli alimenti e alle bevande. L’approccio migliore in caso di mal di stomaco è di partire da una dieta blanda e progressivamente includere altri cibi, osservando come lo stomaco reagisce. Ricorda che, in caso di dolori persistenti o gravi, è fondamentale consultare un medico per individuare la causa del disturbo e ricevere un adeguato trattamento.

Nonostante mantenere un’alimentazione corretta possa aiutare enormemente a prevenire e alleviare il mal di stomaco, è fondamentale non sottovalutare l’importanza di un corretto stile di vita. Il benessere dello stomaco è infatti influenzato da altri fattori come il mantenimento di un adeguato ritmo del sonno, l’evitare di mangiare in fretta o con stress e l’importanza di una regolare attività fisica.

Lascia un commento